Alaska XL #33 | Il futuro non è scritto

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare) (graffiti di Molly Crabapple alla scuola Salam, progetto Zeitouna, confine turco-siriano; dettaglio della tigre ispirata a un racconto di Zachariah Tamar) 1 Benvenuti a quella che sarà non solo l’ultima puntata di Alaska per questa stagione, ma l’ultima almeno per i prossimi sei mesi. Infatti,… Continue reading

Alaska XL #21 | la costituzione nascosta

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare) fotografia di Xenia Nikolskaya, Cairo. 1 Oggi vi propongo tre lunghi testi integrali, realizzati nella versione italiana grazie al prezioso contributo ad Alaska di Alessandra Neve e Cristina Contini, e pubblicati anche nella raccolta di traduzioni che vedete nella colonna qui a destra. Si tratta… Continue reading

Alaska XL #8 | alieni

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare) (il monumento alieno che l’esercito ha fatto erigere a Tahrir – inaugurato stamattina – per “commemorare i martiri”, parte del restyling della piazza e della riscrittura della storia in versione nazionalista – foto di @kikhote). 1 Oggi parliamo del whistleblower Jeremy Hammond (condannato pochi giorni… Continue reading

Alaska XL #2 | nuovi cronisti

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare) — Mosa’ab Elshamy (@mosaaberizing) August 16, 2013 (Cairo, il tweet del fotografo della rivoluzione, Mosa’ab El Shamy, la sera del 16 agosto, uno dei primi giorni del coprifuoco militare, sulla Corniche ai piedi dei leggendari leoni del ponte Qasr el Nil) Oggi voglio portarvi a… Continue reading

non è che se ne va

Paul Mason ha scritto ieri di una questione che, fra le storie da cui mi sento travolta in questi giorni, potrebbe sembrare minuscola: lo “spopolamento morale” di Twitter man mano che diventa più affollato –  il trolling organizzato, le minacce personali, gli insulti alle donne, ma anche l’autocensura preventiva per evitare fastidi. Il generale restringimento,… Continue reading

e non era tutto

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare) Dopo la nave rompighiaccio del Guardian, che ieri con il superblogger Glenn Greenwald era riuscito a dimostrare che è attiva l’ingiunzione legale alla compagnia telefonica Verizon a consegnare milioni di dati sensibili e generalizzati sulle chiamate dei suoi utenti all’Agenzia per la Sicurezza Nazionale americana… Continue reading